Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative Libri e filmati

Una volta il futuro era migliore

Giovedì 6 maggio 2021 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra

in collaborazione con

AIACE – Associazione Culturale Europea – Centro Filippo Buonarroti

organizza la presentazione del libro

Una volta il futuro era migliore
Lezioni per invertire la rotta

di Sabino Cassese

Dall’introduzione del libro: “Queste pagine cercano di illustrare aspetti positivi e negativi dell’attuale situazione, di fare qualche riflessione sul modo in cui si bilanciano, e di dare qualche consiglio su come affrontare un incerto futuro. Comincio con le luci, continuo con le ombre, finisco indicando alcuni motivi di speranza.

intervengono, oltre all’Autore:
Matteo Fornara, responsabile della comunicazione per il sito di Ispra del CCR
Federico Fubini, vice direttore del Corriere della Sera
Antonio Barberini, del Centro Filippo Buonarroti di Milano

in videoconferenza su: https://youtu.be/UqRWq3igQtk

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative Libri e filmati

Fake news, haters & cyberbullismo

Lunedì 12 aprile 2021 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra

organizza la presentazione del libro

Fake news, haters & cyberbullismo
A chi servono e come difendersi

di di Mauro Manufo’a, Edizioni Centauria

intervengono
Paolo Negro, della Associazione Amici della Storia
Paolo Paliaga, insegnate di Economia e Morale alla Scuola Europea di Varese
Mauro Manufo’, autore del libro, giornalista, caposervizio de L’Espresso

in videoconferenza su: https://youtu.be/qD6xmaMQ-98
Gli iscritti al canale Amici della Storia possono introdurre commenti e domande via chat
oppure scrivendo a amici.storia@gmail.com

Si parte dalle fake news: dalla loro nascita nel mondo predigitale fino alla loro “esplosione” online. Da dove arrivano, chi le produce e perché, come fanno a diffondersi tanto in fretta e con quali strumenti? Un focus è dedicato ad alcuni “rami” specifici e particolarmente preoccupanti delle fake news: quelle a uso politico/etnico, quelle a tema sanitario (vaccini/autismo), fino alla deriva del complottismo e della pseudoscienza (Bilderberg, scie chimiche). Questa parte si conclude poi con un approfondimento su fact-checking e con un prontuario su come verificare in prima persona le notizie e non cascare nelle bufale.

La seconda parte del libro è dedicata invece agli haters e al cyberbullismo , spiegando l’evoluzione nel tempo di questo uso della rete e indicando anche possibili rimedi o metodi di comportamento, se si è vittime di questi fenomeni. Chi sono gli haters, da dove arrivano e quali sono i loro obiettivi? Questa sezione ha anche un focus su due fenomeni più “adulti”: il doxxing, ovvero l’esposizione al pubblico di informazioni private con intento diffamatorio, e il revenge-porn, la diffusione a scopo di vendetta di contenuti sessuali espliciti. In entrambe le parti lo svolgimento del libro unisce un racconto cronologico dei fenomeni a una spiegazione dettagliata, con l’aggiunta di casi specifici e aneddoti di rilevanza internazionale o dal forte valore simbolico, corredando tutto con dati, statistiche e report utili per contestualizzare il fenomeno.

Categorie
Amici della Storia Iniziative Scienza Storia

Archimede e le radici ellenistiche della scienza moderna

Venerdì 19 marzo 2021 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra organizza la videoconferenza:

Archimede e le radici ellenistiche della scienza moderna

Relatore: Riccardo Cattania
Centro Filippo Buonarroti

La conferenza è disponibile all’indirizzo:

https://youtu.be/0WIateaBLKc

In epoca ellenistica si verificano conquiste significative in campo scientifico e tecnologico.
Euclide, Archimede e Apollonio raggiungono risultati che saranno eguagliati e superati solo con la geometria analitica di Descartes e Fermat e con il calcolo infinitesimale di Newton e Leibniz. Aristarco di Samo sviluppa l’ipotesi geocentrica, che sarà ripresa da Copernico e perfezionata da Keplero e Newton.
Con Archimede si passa da uno studio puramente statico e contemplativo dei fenomeni fisici ad uno studio della dinamica. Nel campo della meccanica, dell’idrostatica e persino dei gas compressi si verificano insieme realizzazioni pratiche e teoriche.
Ctesibio, Filone di Bisanzio, Erone progettano e realizzano macchine militari e civili, che saranno studiate attentamente da Leonardo da Vinci, che legge e cita anche Archimede.
Galileo recupererà il metodo scientifico sviluppato in epoca ellenistica e successivamente dimenticato, per poi svilupparlo e definirlo più compiutamente. Nella terza giornata dei Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze, Galileo si richiama esplicitamente ad ‘Archimede, Apollonio, Euclide e tanti altri matematici e filosofi illustri’.
La scienza e la tecnica ellenistica sono le basi sulle quali si sviluppano scienza e tecnica moderne.

Categorie
Amici della Storia Iniziative Libri e filmati Scienza

Il Papa della fisica

Giovedì 25 febbraio 2021 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra

organizza la presentazione del libro

Il Papa della fisica
Enrico Fermi e la nascita dell’era atomica

di Gino Segrè e Bettina Hoerlin

intervengono:
Primo Lodi, dell’Associazione Amici della Storia
Gino Segrè, co-autore del libro

Enrico Fermi è stato uno dei più grandi fisici del mondo e, dopo Galileo, il più famoso scienziato italiano. Dotato di un intuito e di una capacità di ricerca infallibili, era stato soprannominato dai colleghi “il Papa della fisica”.

Le sue scoperte hanno cambiato il nostro mondo: hanno portato alle armi di distruzione di massa, ma anche alla creazione di apparecchiature mediche salvavita

Gino Segrè e Bettina Hoerlin restituiscono un’immagine davvero vivida di questo grande visionario della scienza. Passando in rassegna sia i drammi umani che hanno segnato la sua vita sia l’emozionante storia dell’innovazione scientifica nel XX secolo, hanno scritto la biografia che Fermi meritava.

Gino Segrè è professore di Fisica e Astronomia all’Università della Pennsylvania. In precedenza è stato visiting professor al MIT e all’Università di Oxford e direttore della sezione di Fisica teorica della National Science Foundation.

Bettina Hoerlin ha insegnato per sedici anni alla Università della Pennsylvania, tenendo corsi sui problemi delle diseguaglianze nell’assistenza sanitaria.

in videoconferenza su: https://youtu.be/yEtWtNbDlvM

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative Libri e filmati

A.Z Cuaderno angerino

Giovedì 4 febbraio 2021 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra

organizza la presentazione del libro

A.Z Cuaderno angerino

di JJ Beeme

Ed. Fundación del Garabato

Sfoglieremo un personale taccuino a forma di alfabeto dove si esplorano le connessioni tra l’Italia e la Spagna, un intreccio di storia, arte e cultura che l’autore batte da ormai 20 anni.

Un’autobiografia lacustre, se si vuole, dalla A alla Z: Angera – Zaragoza (Saragozza), che cristallizza nell’invenzione di una fucina per la ricerca del pensiero creativo: la fondazione dello scarabocchio.

in videoconferenza su: https://youtu.be/C1p_Gh1nudg

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative

Il nuovo Eldorado: l’oro, i padroni, le guardie e i ladri del web

Mercoledì 11 novembre 2020 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra organizza la videoconferenza:

Il nuovo Eldorado:
l’oro, i padroni, le guardie e i ladri nel web

Relatore: Adriano Endrizzi
della Associazione Amici della Storia

La conferenza è disponibile all’indirizzo:

https://youtu.be/0WIateaBLKc

Si racconta come dilettanti, professionisti e potenti organizzazioni si contendono l'”oro” del Web. In che cosa consiste questo “oro”? Quali tecnologie tutelano il patrimonio e quali armi di attacco e di difesa sono in uso?
La vita di individui, imprese, nazioni è certamente influenzata dalle operazioni di “guerra” in corso.
L’obbiettivo di un attacco è accedere a dati importanti, possedere strumenti di elaborazione, accumulare informazioni esclusive e attivare algoritmi segreti. La difesa prevede barriere contro le intrusioni, il blocco di attività sospette, il recupero dell'”oro” trafugato, il piano di ritorno alla normalità e la preparazione alle sfide future.

Categorie
Amici della Storia Eventi Mostre

Ispra: mostra Resistenza Operaia a Berlino 1942 – 1945

Dato l’aggravamento della situazione di pandemia, l’esposizione della mostra “La Resistenza Operaia a Berlino 1942-1945” programmata per oggi è stata rinviata a data da destinarsi.

Giovedì 22 ottobre 2020

Auditorium Club House – CCR – Ispra

Associazione Amici della Storia, Comitato Culturale JRC e German Semester 2020 organizzano l’esposizione della mostra

Resistenza Operaia a Berlino 1942-1945
In collaborazione con
Centro Filippo Buonarroti, Centro Documentazione Logos, ANPI Ispra e ANPI Laveno Mombello
e con il patrocinio del Comune di Ispra
ore 17.30 e ore 20.30
Presentazione della mostra
Introducono
Jutta Thielen – del Pozo
per il Semestre Tedesco
Martina Cao e Davide Turetta
Comune di Ispra
Intervengono
Roberta Montagnini e Ino Lucia
ANPI Ispra
Patrizia Grazioli
ANPI Laveno Mombello
Presentano
Doriano Maglione
Centro Filippo Buonarroti
Paolo Migone
Centro documentazione “Logos” di Genova
La mostra sarà aperta il 22 ottobre dalle 16.00 alle 22.00

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative

I possibili riflessi della pandemia secolare sulla contesa globale

Mercoledì 7 ottobre 2020 ore 18.00
Club House, via Esperia 369, ISPRA
L’Associazione Amici della Storia di Ispra organizza la Conferenza-dibattito:

I possibili riflessi della pandemia secolare
sulla contesa globale

 

Relatore: Antonio Barberini

  • L’impatto previsto della pandemia sul ciclo mondiale e sul PIL dei principali Paesi
  • “Denaro gratis” dalle banche centrali e debiti da tempi di guerra per gli Stati: situazione senza precedenti! Con quali possibili conseguenze?
  • I possibili riflessi nella politica delle maggiori potenze
  • Come potrebbero cambiare i rapporti di potenza
L’Associazione si e’ impegnata a rispettare e far rispettare le regole di contenimento del virus COVID-19. L’accesso deve avvenire indossando la mascherina e all’ingresso verrà misurata la temperatura corporea che deve essere inferiore a 37.5 °.
All’ingresso dell’auditorium sara’ chiesto di fornire il vostro nominativo e n. di telefono: nel caso in cui pensiate di partecipare e per evitare assembramenti all’ingresso, vi chiediamo di comunicare i vostri dati inviando un’email a: amici.storia@gmail.com, con oggetto: Conferenza: “I possibili riflessi della crisi pandemica secolare sulla contesa globale”.

Categorie
Amici della Storia Iniziative Storia

Il crollo della civiltà della tarda Età del bronzo

Giovedì 10 settembre 2020 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra organizza la videoconferenza:

Il crollo della civiltà della tarda Età del bronzo

Relatore: Amos Necci
della Associazione Amici della Storia

La conferenza si svolgerà in diretta streaming all’indirizzo https://youtu.be/4rTlok7KZhk

A lungo si è pensato che il mondo di tremila anni fa fosse un luogo primitivo, con un’economia ridotta su breve scala, ma gli ultimi decenni di scavi archeologici hanno, invece, portato alla luce un mondo incredibilmente organizzato e vasto, sorprendentemente simile al nostro, tanto da poterlo definire “globalizzato”. L’Età del Bronzo appare, infatti, come un’epoca di fiorenti commerci, di evoluzione tecnica e culturale, di rapporti diplomatici internazionali, di sottili equilibri politici. Lo stagno, necessario per ottenere il bronzo delle armi e degli utensili, proveniva dall’Afghanistan, il rame da Cipro: come il petrolio di oggi, erano le merci più ambite, e sul loro commercio era fiorita un’intesa internazionale che, pur non utilizzando ancora la moneta, coinvolgeva tutti i grandi imperi del Mediterraneo e della Mezzaluna fertile.

Il quadro archeologico ci restituisce un’organizzazione solida e funzionale, che sembrava intramontabile a chi ne faceva parte, ma che cadde di schianto attorno al 1200 A.C.. Seguirono lunghi secoli bui. Come sia stato possibile che l’intero mondo civilizzato piombasse nel caos rimane uno dei grandi misteri dell’archeologia. Per decenni gli archeologi hanno avuto un solo ed unico colpevole da additare: i “Popoli del Mare”. Non sappiamo con esattezza chi fossero, ma al loro arrivo è associata la caduta di regni millenari. Oggi, invece, sappiamo che la situazione al tempo della tarda Età del Bronzo era molto più complessa di come inizialmente ipotizzato. Sono stati scoperti nuovi indizi che dimostrano che proprio in quegli anni erano in atto cambiamenti climatici, guerre, migrazioni e rivolte. Problemi regionali che, esplodendo a catena, ne trascinarono altri, fino a diventare problemi di tutti.

I nomi dei regni antichi evocano avvenimenti lontani, ma le loro vicende sono così “moderne” che la loro storia suona come un monito rivolto al nostro mondo. La crisi del 2008, il cambiamento climatico, l’incidente nucleare di Fukushima, la guerra dei dazi tra USA e Cina e il Covid-19 hanno dimostrato che il mondo globalizzato in cui viviamo è piu fragile di quanto immaginassimo. Nell’epoca dell’economia mondiale, delle crisi finanziarie e di Internet, sarebbe di nuovo possibile un collasso del nostro intero sistema economico e sociale? Oggi, gli esperti di finanza e di rischio si interrogano su questa eventualità. Si chiamano “rischi sistemici” e rappresentano la possibilità che l’intero sistema finanziario subisca un crollo repentino dal quale non sappia risollevarsi.

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative

La crisi pandemica secolare e le sue conseguenze

Giovedì 16 luglio 2020 ore 18

In collaborazione con l’Associazione Amici della Storia di Ispra

Videoconferenza

La crisi pandemica secolare e le sue conseguenze
sui rapporti economici, politici e sociali

Relatore:

Carlo Antonio Barberini del Centro Filippo Buonarroti di Milano

  • Catastrofi naturali e società umana: il caso della pandemia secolare
  • Le conseguenze sociali ed economiche
  • Le possibili conseguenze politiche e strategiche sui rapporti di potenza

Per assistere alla conferenza: https://youtu.be/4q1f3hLGKbo
Gli iscritti al canale Amici della Storia possono introdurre commenti e domande via chat
oppure scrivendo a amici.storia@gmail.com

Categorie
Amici della Storia Iniziative Scienza

Recenti ipotesi sulle origini della vita

 

Giovedì 2 luglio 2020 ore 18 L’Associazione Amici della Storia di Ispra organizza la videoconferenza:

Recenti ipotesi sulle origini della vita

Relatore: Adriano Endrizzi
della Associazione Amici della Storia

La conferenza si svolgerà in diretta streaming all’indirizzo https://youtu.be/XqNFHiJ7IsQ

Si racconta dell’evoluzione del pensiero scientifico nella esplorazione dei fenomeni che sostengono la vita e la sua interazione con il mondo non-vivente.

In anni recenti l’ipotesi “Gaia” ha stimolato varie discipline e in particolare sono state consolidate la teoria della complessità, la termodinamica dei processi irreversibili, l’analisi delle strutture dissipative e le forme di auto-organizzazione.

Il tema dell’origine della vita e delle condizioni del suo mantenimento può essere esplorato su nuove basi e con nuovi strumenti.

Categorie
Amici della Storia Iniziative Storia

La battaglia di Waterloo

Giovedì 18 giugno 2020 ore 18

L’Associazione Amici della Storia di Ispra

organizza la videoconferenza

La battaglia di Waterloo
Relatore: Fabrizio Latti

L’ultima battaglia di Napoleone, combattuta a Waterloo il 18 giugno 1815, conclude un periodo di transizione e di trasformazione sociale e militare irreversibile.

L’esito di quello scontro favorisce il romanticismo e la nascita delle idee di indipendenza nazionale, e pone fine alle guerre ordinate ed a carattere dinastico che avevano caratterizzato i due secoli precedenti.

in videoconferenza su: https://youtu.be/DnEiPseQCDs