Categorie
Attualità Iniziative Storia

Castano Primo: Guerra in Ucraina

Venerdì 22 aprile 2022 ore 21

Presso la sala comunale di villa Rusconi – Castano Primo

Iniziativa a cura della Casa del Popolo, A.N.P.I e AUSER di Castano Primo
in collaborazione con il Centro Filippo Buonarroti
con il patrocinio della città di Castano Primo

La Guerra in Ucraina
tra radici storiche e interessi strategici delle grandi potenze

Relatore:

Prof. Carlo Antonio Barberini – Centro Filippo Buonarroti

 

 

Categorie
Attualità Iniziative Storia

Fagnano Olona: La guerra in Ucraina

Giovedì 21 aprile 2022 ore 20.45

Aula Magna scuola Fermi – Fagnano Olona

Anpi Fagnano Olona invita alla conferenza

La guerra in Ucraina
Radici storiche e quadro strategico dei rapporti di potenza

Incontro pubblico con il prof. Carlo Antonio Barberini – Centro Filippo Buonarroti
Introduce Floriano Pigni – pres. Anpi di Fagnano Olona

Con il patrocinio del Comune di Fagnano Olona

 

Categorie
Attualità Iniziative Storia

Magenta: La guerra in Ucraina

Martedì 12 aprile 2022 ore 21

presso la Sala Consiliare di Magenta – via G. Fornaroli, 30

Anpi Magenta invita alla conferenza

La guerra in Ucraina
Tra radici storiche e interessi strategici delle grandi potenze

Relatore prof. Carlo Antonio Barberini – Centro Filippo Buonarroti

Con il patrocinio della Città di Magenta

e l’adesione di

Acli – Auser – CGIL – Le Rose di Gertrude – Cooperativa Rinascita – Gruppo di lettura Rosso Magenta

Categorie
Iniziative Storia

Il Manifesto del Partito Comunista

Martedì 12 aprile 2022 ore 16

Università della Terza Età – Canegrate

Il Manifesto del Partito Comunista

di Marx ed Engels

Relatore: prof. Giancarlo Restelli

Categorie
Attualità Iniziative Storia

Vittuone: La guerra in Ucraina

Venerdì 8 aprile 2022 ore 21

presso la sala conferenze del Comune di Vittuone

Conferenza

La guerra in Ucraina

le radici storiche ed il quadro geopolitico

Relatore prof. Carlo Antonio Barberini – Centro Filippo Buonarroti

Introduce la dottoressa Eleonora Montani presidente della Fondazione Giuseppe Baglio

Con il patrocinio del Comune di Vittuone

e la collaborazione della Fondazione Giuseppe Baglio

Categorie
Attualità

La guerra russo-ucraina

Segnaliamo l’articolo di Giancarlo Restelli sul sito restellistoria

La guerra russo-ucraina

Vorrei iniziare, soprattutto per esplicitare subito il mio pensiero, con una famosa poesia di Bertold Brecht, La guerra che verrà

La guerra che verrà

non è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
c’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente”

Rileggiamo l’ultima parte

“Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente egualmente”

Comunque andrà a finire la guerra tra Russia e Ucraina non ci sono dubbi a chi saranno addebitati i costi della guerra. La “povera gente” dei due paesi pagherà il prezzo peggiore.

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative Scienza

Energia da Fusione Nucleare

Giovedì 31 marzo 2022 ore 18.00
Auditorium Club House – Centro Comune di Ricerca – Ispra

L’Associazione Amici della Storia

organizza la conferenza-dibattito

Energia da Fusione Nucleare

Relatore
Primo Lodi – Associazione Amici della Storia

Iniziato oltre sessant’anni or sono, l’obiettivo di generare energia dalla fusione nucleare, sinora, si è allontanato di dieci anni ogni dieci anni. Ma allora, è solo una chimera oppure ci sono concrete possibilità di arrivarci?

La disponibilità di questo tipo di sorgente d’energia darebbe un enorme impulso all’economia mondiale. Oggi usiamo motori a combustione interna di idrocarburi perché l’energia elettrica è anch’essa principalmente generata a partire da idrocarburi: se l’energia elettrica avesse un’altra sorgente, la tecnologia attuale sarebbe già in grado di sostituire questi motori inquinanti con motori elettrici o ad idrogeno.

Le ultimissime notizie parlano d’importanti progressi sia a livello europeo, con ITER, ma anche in Cina; inoltre, le aziende private hanno da dire la loro. Facciamo il punto della situazione.

Siete pregati di comunicare la vostra partecipazione compilando il modulo https://forms.gle/8Mapi3RsvWBLf4kN7
oppure alla email amici.storia@gmail.com
Chi è impossibilitato a partecipare può seguire in streaming dal link https://youtu.be/yM_9itwymko
Categorie
Attualità Iniziative Storia

La guerra in Ucraina tra radici storiche e interessi strategici delle grandi potenze

Venerdì 11 marzo 2022 ore 21

ANPI Santo Stefano Ticino con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale

organizza presso presso la Sala degli Archi – Via Piave, Santo Stefano Ticino

Conferenza

La guerra in Ucraina

tra radici storiche e interessi strategici delle grandi potenze

Relatore prof. Carlo Antonio Barberini – Centro Filippo Buonarroti

Categorie
Amici della Storia Attualità Iniziative

La guerra in Ucraina nei rapporti di potenza

Giovedì 3 marzo 2022 ore 18.00
Auditorium Club House – Centro Comune di Ricerca – Ispra

L’Associazione Amici della Storia

organizza la conferenza-dibattito

La guerra in Ucraina
nei rapporti di potenza

Relatori
Carlo Antonio Barberini e Augusto Martellucci del Centro Filippo Buonarroti

Siete pregati di comunicare la vostra partecipazione all’email amici.storia@gmail.com

Chi non puo’ partecipare alla conferenza puo’ seguire in streaming al link

https://youtu.be/6XRCYCi-qZw

Categorie
Iniziative Storia

Vanzaghello : Foibe, esodo giuliano-dalmata e vicenda del confine orientale

Venerdì 18 febbraio 2022 ore 21

ANPI Vanzaghello con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale

In occasione del giorno del ricordo

organizza presso la Sala Consiliare, Piazza Pertini – Vanzaghello
Serata di approfondimento storico su

Foibe, esodo giuliano-dalmata e vicenda del confine orientale

a cavallo del secondo conflitto mondiale

Il tema della serata sarà illustrato dal prof. Giancarlo Restelli

con contributi audiovisivi

Categorie
Storia

Foibe, esodo giuliano-dalmata e vicenda del confine orientale

Segnaliamo l’articolo di Giancarlo Restelli sul sito restellistoria

Giorno del Ricordo 2022
Le foibe e l’esodo giuliano-dalmata. Una storia rimossa

Nel 2004 il Parlamento italiano ha istituito il Giorno del Ricordo, nell’intento di far conoscere che cosa è accaduto al confine orientale d’Italia. Ci sono stati dibattiti, ricerche e pubblicazione di libri (a volte buoni) e articoli di giornale. C’è stato anche il tentativo di parlarne a scuola. Nella legge però c’è una lacuna. Si accenna giustamente alla tragedia delle foibe e al dramma dell’esodo ma non c’è alcun accenno alla politica seguita dallo Stato italiano in Istria e Dalmazia dal 1918 fino al 1943-45.

E’ il tema della “Italianizzazione forzata” delle popolazioni slovene e croate, ossia la fascistizzazione della maggioranza slava nei territori ora italiani.

Esempio, l’imposizione della sola lingua italiana nelle scuole e negli uffici pubblici, l’italianizzazione dei nomi e cognomi slavi, la forte riduzione della proprietà contadina slava in Istria a vantaggio della proprietà italiana e tante altre leggi vessatorie.

Poi con l’invasione dell’esercito di Mussolini di Slovenia, Croazia e Montenegro, a partire dal 1941 fino al ‘43, dobbiamo parlare di veri e propri crimini di guerra commessi dall’esercito italiano e dalle formazioni militari fasciste.

Alla fine avremo decine di migliaia di vittime slovene e croate nei campi di concentramento italiani e vittime delle rappresaglie italiane in questi territori.

Questo testo esamina le vicende del confine orientale a partire dalla Grande Guerra fino all’esodo forzato degli italiani, cercando di ricostruire quella continuità storica, senza la quale non è possibile comprenderle pienamente.

Visualizza le slide

Categorie
Iniziative Storia

Legnano : Le foibe e l’esodo giuliano-dalmata

Sabato 12 febbraio 2022 ore 16

Biblioteca Augusto Marinoni – via Cavour, 3 – Legnano

Il giorno del ricordo

Le foibe e l’esodo giuliano-dalmata: una storia rimossa

Giancarlo Restelli

Il video è disponibile sul canale youtube di Giancarlo Restelli: https://youtu.be/lp5dzTHx9ME